Valle Pesio

Home / Territorio / Le Valli / Valle Pesio
La Certosa di Pesio
Ph. R. Gaborin - Marmotte
Ph. R. Gaborin - Cascata lungo il sentiero per il Rifugio Garelli

La Valle Pesio, nelle Alpi Liguri, si contraddistingue per la bellezza e l'estensione dei boschi nonché per la varietà della flora e della fauna protetti dall’istituzione del Parco Naturale del Marguareis.

È dominata dal massiccio del monte Marguareis che nel cuore dei suoi 2651 m nasconde uno dei sistemi carsici più importanti dell'arco alpino occidentale. Sono migliaia le grotte di diverse forme e dimensioni, con uno sviluppo sotterraneo stimato in alcune decine di km: il sistema delle Carsene e quello di Piaggiabella (con accesso dalla Valle Tanaro) sono meta di un pubblico di scienziati e di speleologi esperti.

La valle ci regala lo straordinario fascino della Certosa, immersa nel verde dei castagni, dei faggi e degli abeti all’interno del Parco e fondata direttamente da San Brunone nel 1173. Nel corso dei secoli ha subito profonde modifiche e alla metà del seicento venne ridisegnata dall’architetto della Corte dei Savoia Giovenale Boetto con la costruzione, fra l’altro, dell’elegante loggiato che si estende in fondo al viale di ingresso. Quando il governo Napoleonico soppresse la Certosa nel 1802, i suoi ingenti beni immobiliari ed artistici andarono dispersi e le austere mura del monastero ospitarono uno stabilimento idroterapico frequentato dall’alta società europea. Allo scoppio della prima guerra mondiale il grande albergo chiuse i battenti e l’antico monastero certosino per lunghi anni venne abbandonato a se stesso fino a quando dal 1934,  con i Padri Missionari della Consolata, è tornato ad essere un importante centro di spiritualità.

Oltre la Certosa il paesaggio si fa più aspro e povero di vegetazione per regalarci la vista di quelle montagne dall’aspetto carsico, tra le quali spicca il già citato Marguareis. Tra le infinite possibilità di trekking e passeggiate, da non perdere è l’escursione al Pis del Peis, per ammirare le caratteristiche sorgenti del Pesio che a primavera, con il disgelo,  sgorgano impetuose da una parete di roccia a strapiombo. Partendo da Pian delle Gorre, con un facile percorso ad anello di circa tre ore, è possibile completare il suggestivo “Giro delle Cascate”.

Il Comune di Chiusa di Pesio , situato ai piedi della valle, accoglie i visitatori nel caratteristico centro storico, sede tra l’altro, del Museo della Regia Fabbrica di vetri e cristalli. Da qui si può partire per seguire percorsi culturali, itinerari enogastronomici e passeggiate nei boschi vicini, fra reperti archeologici, palazzine di caccia ottocentesche, ruderi di antiche fortificazioni, chiese e cappelle campestri.

Come si arrivaDa Torino-Savona: Autostrada A6, uscita Mondovì: la Valle Pesio è raggiungibile dalla SS Cuneo –Mondovì, seguendo le indicazioni per Chiusa di Pesio.

Da Cuneo: seguire la SP 564 in direzione Mondovì. A Beinette seguire le indicazioni per la Valle Pesio.

Fiere e manifestazioni

•    Chiusa Pesio (Fraz. San Bartolomeo) – Falò di San Giovanni – giugno
•    Chiusa Pesio – Chius’Arte - giugno
•    Chiusa Pesio – Chiusa Aperta - agosto / settembre
•    Chiusa Pesio – Festa del Marrone - ottobre


Ufficio Turistico
Piazza Cavour, 15 - 12013 CHIUSA DI PESIO (CN)
tel. +39 0171 734990 - fax +39 0171 735339
info@vallepesio.it
www.vallepesio.it 

Parco Naturale del Marguareis

Via S. Anna 34 – 12013 CHIUSA DI PESIO (CN)
Tel. +39 0171 734021 - fax +39 0171 735166
parcomarguareis@ruparpiemonte.it
www.parcomarguareis.it