Ente di Gestione delle Aree Protette del Monviso

Home / Territorio / I Parchi Naturali / Ente di Gestione delle Aree Protette del Monviso
Ph. L. Valente - Raganella
Ph. R. Ribetto - Il Lago Fiorenza
Ph. R. Ribetto - Salamandra di Lanza
Ph. R. Ribetto - Sambucina
Ph. T. Aimar - Le sorgenti del fiume Po
Ph. U. Maletto - Scoiattolo grigio
Ph. R. Ribetto - Il Monviso visto da Ostana

Il territorio dell'Ente di Gestione delle Aree Protette del Monviso vanta una ricchissima gamma di ambienti naturali grazie alla presenza dell’acqua lungo tutta la sua estensione ed alla notevole escursione altimetrica del territorio. Occupa 7780 ettari e segue il primo segmento del fiume Po dal Monviso ai confini con la Provincia di Torino. La vegetazione è ricca e differenziata. A partire da Crissolo il corso del fiume inizia ad essere accompagnato da alberi ad alto fusto; scendendo verso il piano si incontrano man mano specie diverse, passando gradualmente dalle conifere alle latifoglie, quali betulle, faggi, castagni, cespugli di salici e di ontano nero.


I CENTRI VISITA

• Museo naturalistico del fiume Po
Situato nel centro del comune di Revello, all’imbocco della Valle Po, il Museo facilita l’incontro con l’ambiente del fiume, lo propone sotto una luce scientifica ed al tempo stesso estetica, al fine di farne apprezzare le ricchezze naturali. L’area espositiva è spesso impiegata per attività di studio ed educazione ambientale, conferenze, laboratori, e possiede anche una piccola biblioteca.
Indirizzo: Piazza Denina, 5 – 12036 Revello (CN)

• Centro visita “Alevé”
Il centro visita si trova a Casteldelfino, in Val Varaita e riproduce in scala naturale, in un grande diorama aperto percorribile, un pezzo del Bosco dell’Alevé: un bosco puro di pino cembro esteso per 825 ettari che è stato classificato Sito di Interesse Comunitario, nell’ambito della rete europea “Natura 2000”. I visitatori possono seguire un sentiero, fedelmente riprodotto, che si inoltra fra i pini cembri, lambendo una parete rocciosa. Tra gli alberi e nel sottobosco si possono scorgere gli animali tipici dell’Alevé: cinghiali, lepri, fagiani di monte. Il sentiero del centro visita conduce poi alla riproduzione del vicino Lago Bagnour e dell’ambiente alpino circostante.
Indirizzo: Via Roma, 38 (ex Ala Comunale) – 12020 Casteldelfino (CN)  

• Museo del Piropo di Martiniana Po
Il Piropo è un cristallo rarissimo, presente in pochi siti noti al mondo e praticamente sconosciuto al grande pubblico. Uno dei luoghi dove i piropi sono di casa è Martiniana Po, quasi allo sbocco della Valle del Po sulla Pianura. Il Museo del Piropo è stato pensato per portare i visitatori a conoscenza di una caratteristica unica e preziosa. La struttura è posta in pieno centro, a poche decine di metri dal Municipio, ed è composta da tre sale. Nella prima sono spiegate le vicende geologiche che hanno condotto alla formazione della Valle Po così come la vediamo oggi. Nella seconda saletta si tratta invece il tema dei cristalli e della loro struttura, con l’aiuto di numerosi modellini per spiegare la disposizione nello spazio degli atomi. Il tutto per giungere a parlare, nello specifico, dei cristalli di piropo. Poiché il Museo ha una valenza soprattutto didattica, l’ultima sala è attrezzata per proiezioni video: a completamento di una spiegazione interessante ma complessa, quanto esposto viene sintetizzato con alcuni documentari, capaci di trasmettere le nozioni essenziali in termini semplici e accattivanti.
Indirizzo: Via Roma, 25 – 12030 Martiniana Po (CN)

Centro didattico di Faule
Centro di prossima apertura dedicato interamente alla didattica ambientale, con strutture specifiche ed originali per la realizzazione di laboratori.

Centro informativo e documentazione  Spazio Escartons (apertura stagionale estiva)
Nell’anno 1343 il Delfino Umberto II firmò la “Grande Charte” che riconobbe ad alcune comunità delle Alpi occidentali il diritto ad autogovernarsi. Vennero così a costituirsi gli “Escartons”, una sorta di Stato democratico federale che sopravvisse per circa 400 anni e fu la culla di un patrimonio culturale comune alle popolazioni di alcune delle nostre valli. Lo “Spazio Escartons” si propone di riscoprire questo patrimonio culturale e fornisce informazioni turistiche e sulle attività che si svolgono nell’Alta Valle Varaita, a Bellino, Pontechianale e Casteldelfino.
Contatti: Via Roma, 39 - 12020 Casteldelfino (CN)
Tel. +39 0175 95369
Website: www.escartons.eu
E-mail: casteldelfino@parcodelpocn.it

 

Ente di Gestione delle Aree Protette del Monviso
via Griselda, 8 12037 - Saluzzo (CN),
Tel. +39 0175.46505, fax +39 0175.43710
Website: www.parcomonviso.eu 
e-mail: info@parcomonviso.eu - segreteria@parcomonviso.eu