Viola-Mongia-Cevetta - Santuario

Home / Attività outdoor / Escursionismo / Itinerari escursionistici per tutti / Viola-Mongia-Cevetta - Santuario
Foto Franco Voglino

SANTUARIO MADONNA DELLA NEVE

Valli Mongia-Cevetta-Langa Cebana; Comune di Viola; frazione di Saint Grée

per chi: per tutti; passeggini con variante
dislivello: +50 metri solo andata
distanza: 1,3 km solo andata
tempo necessario (al netto delle soste): 40 minuti solo andata
tipo di percorso: anello su asfalto e sterrata
quota di partenza: 1015 metri
quota di arrivo: 1040 metri
quota massima: 1053 metri
quando: tutto l’anno anche in presenza di neve

Facile passeggiata che percorre un bel sentiero nel bosco per arrivare ad una ombrosa area picnic nei pressi di un Santuario, per poi tornare lungo una strada panoramica su asfalto con marciapiede.

Dai parcheggi lungo la provinciale, nei pressi della cappella dedicata a Sant’Antonio, si imbocca la strada asfaltata che passa adiacente a questa (cartello bianco/rosso Madonna della Neve). Una brevissima discesa seguita da una corta salita porta a superare alcuni edifici, tra cui quello di una casa Alpina. Poco dopo, si deve abbandonare l’asfalto per imboccare un sentiero sulla destra (cartello) che, costeggiando inizialmente una vecchia recinzione, porta con un breve strappetto in salita nel fresco del bosco.

Seguendo sempre le tacche bianche/rosse si attraversa in salita una bella faggeta per poi proseguire su sterrata che porta in breve al colletto su cui sorge la mole del Santuario dedicato alla Madonna della Neve e nei cui pressi si trova un’area picnic con tavolini, una fontana, una piccola altalena e, in stagione, un bar. All’interno dell’edificio è conservato il Cinquecentesco pilone votivo originario che nel Seicento venne ampliato come ringraziamento degli abitanti per esser scampati alla peste, mentre la forma attuale risale all’Ottocento.

Per il ritorno si può seguire la medesima via dell’andata o, meglio, proseguire verso sinistra lungo la sterrata, che ha inizialmente una sorta di marciapiede a raso, e si presenta molto panoramica con vista di ampio respiro verso Roburent.
In prossimità di una curva si trova verso destra una breve deviazione che porta ad una bella balconata con fontana e panche, dove ci si può fermare per qualche minuto ammirando l’inconfondibile sagoma del Monviso. La strada procede sempre in discesa fino a passare nuovamente accanto alla Casa Alpina e quindi al punto di partenza.

Note: Per chi si muove con passeggini sarà giocoforza percorrere anche in salita la via asfaltata proposta per la discesa.


Scarica il gpx del percorso:

Santuario Madonna della neve