Valle Stura - Madonna Assunta

Home / Attività outdoor / Escursionismo / Itinerari escursionistici per tutti / Valle Stura - Madonna Assunta
Foto Franco Voglino

 

MADONNA DELL’ASSUNTA

Valle Stura; Comune di Moiola

per chi: per tutti
dislivello: +330 metri
distanza: 3 km in salita
tempo necessario (al netto delle soste): 1h30 in salita
tipo di percorso: lineare andata/ritorno, su asfalto e sterrata
quota di partenza: 690 metri
quota di arrivo: 1000 metri
quando: tutto l’anno, ma in autunno la magia dei castagni rende il luogo speciale

Facile passeggiata alla portata di tutti che porta a una cappella sita su uno spettacolare poggio panoramico, nei cui pressi è possibile anche trovare una panchina per giganti.  Ampi parcheggi a Moiola, lungo la statale in Piazza XXV Aprile. Si punta a valle e, utilizzando il passaggio pedonale coperto, si attraversa il canale per arrivare in Via San Giovanni. La si prende in salita costeggiando il canale ed entrando in borgata.

Prestate attenzione poiché troverete una fontana preceduta da un insolito monumento: prima di leggere i pannelli provate a indovinare di cosa si tratta, ma difficilmente lo indovinerete perché quando mai si è visto un monumento dedicato alla… lavatrice? Ben fatto, però, perché nessun altro elettrodomestico ha saputo cambiare la vita delle donne in modo così radicale: provate solo a immaginare di dover ancora lavare tutto a mano, magari alla fonte…

Appena oltre la fontana si tiene la sinistra, così da passare oltre il canale. Ci si tiene ora sempre dritti (cartello blu con varie borgate tra cui Tetti Spa). La strada asfaltata prende a salire in modo un po’ più deciso prendendo quota con alcuni tornanti, abbandonando le abitazioni per inoltrarsi tra pascoli aperti e vegetazione. Si supera una prima borgata (Tetti Borbone), poco dopo si trova un vecchio cartello giallo che va in salita verso sinistra ma è meglio ignorarlo e tenersi lungo la strada asfaltata poiché questo nuovo tracciato non è sempre pulito ed evidente e dopo un po’ si perde. Soprattutto con i bambini è preferibile fare un poco più di asfalto sicuro, anche perché la via è parecchio stretta e quindi poco trafficata.

L’ambiente si fa più ombroso e piacevole e dopo alcune ultime curve si arriva in prossimità della borgata Tetti Spa dove si abbandona la via percorsa finora per prendere la sterrata a sinistra che passa poco a monte delle case per inoltrarsi tra i castagni (cartello marrone “cappella Assunta”). Si incontra un bivio evidente, in cui va tenuta la sinistra così da salire in modo graduale tra i castagni aggirando la sommità. Quando si fa una netta curva verso destra, si presti attenzione alla sinistra: un piccolo cartello e alcune tracce fanno deviare dal tracciato principale per portare ad una panchina blu e bianca: una panchina fuori misura su cui anche l’adulto più grande si sentirà nuovamente bambino!

Dopo aver ammirato il panorama verso la bassa Valle Stura e sulla Valle dei Colli che si dipana da Moiola si torna indietro oppure, meglio, si segue la traccia di sentiero in salita che porta in brevissimo alla meta vera e propria: la cappella dell’Assunta che si trova adagiata su un verde poggio da cui si apre la vista verso la media e alta Valle Stura.

Note: Con passeggini si arriva tranquillamente fino nei pressi di Tetti Spa, dopo è accessibile solo a modelli di tipo sportivo per via dello sterrato sconnesso.
Per i bambini in età “critica” (troppo pesanti per esser portati in spalla e troppo piccoli per avere abbastanza autonomia) l’unico limite è il dislivello ma se affrontato con calma e con sufficiente tempo a disposizione è accessibile anche a loro.

Scarica il gpx del percorso:

Madonna_Assunta