Visite ai giardini

Home / Arte e cultura / Visite ai giardini
Giardino dei principini al Castello di Racconigi
Parco del Castello di Racconigi
Parco del Castello del Roccolo
Parco del Castello Malingri di Bagnolo Piemonte

Visite ai giardini

BAGNOLO PIEMONTE – Castello Malingri di Bagnolo
Dal cortile del castello, attraverso una piccola porta, si entra nel parco accolti dalla imponente mole dell’albero dei tulipani, fiori gialli in primavera (liriodendron tulipifera). La visione d’insieme spesso sorprende per la magia di ombre, luci e colori. Il parco si estende per circa due ettari ed è ricco di esemplari di alberi particolarmente alti, tra 40 e 50 metri, che in modo armonioso convivono: pinus nigra, pinus austriaca, cedri deodara, taxus bacata, metasequoie e poi faggi di varie qualità, querce, libocedrus, criptomeria japonica ed altri. Al centro del prato, verso valle, una vasca ellittica in pietra detta “fontana dell’uomo verde” con riferimento a qualche favola di cui s’è persa memoria, offre rifugio a piccoli pesci e tritoni che brucano attorno ai gambi delle ninfee. Caratteristico, il lungo viale dei carpini a galleria che sbuca sulla Cappella gentilizia di Ognissanti; quasi due chilometri di siepi tracciano il disegno più antico del parco che sconfina con la collina del Castello segnato dall’ombroso rio Mondarello su cui si piegano boschetti di bambous. Il parco fa parte del circuito Grandi Giardini Italiani.
INFO: Via Palazzo, 23. Tel. +39 335 5244 080 - +39 347 0323 486; mail@castellodibagnolo.it. SOLO su prenotazione - almeno 3 settimane prima della data prescelta.
APERTURA: dal 15 aprile al 15 novembre,: 10.00 - 18.00; pausa pranzo: 12.30 –  14.00.

BUSCA – Castello di Roccolo
Alle spalle dell'abitato di Busca, in una zona collinare, sorge il castello del Roccolo, edificato a partire dal 1831 per volere del Marchese Roberto Tapparelli d'Azeglio, fratello del più celebre Massimo. Il castello rappresenta, nel territorio saluzzese, la più significativa espressione del "revival neogotico" ed è immerso nella splendida cornice di un parco realizzato secondo i canoni del giardino romantico, dove la natura viene lasciata libera di esprimersi. È attestato l’intervento nella progettazione del parco del celebre architetto paesaggista Xavier Kurten. Il parco è, ancora oggi, uno dei più suggestivi in Piemonte grazie alla presenza di percorsi panoramici, grotta, lago, fontane e serre monumentali (che ospitano i vasi di agrumi nel periodo invernale).
INFO: Strada Romantica, 17. Associazione Castello del Roccolo Tel. +39 349 5094 696: castellodelroccolo@libero.it - www.castellodelroccolo.it.
APERTURA: tra maggio e ottobre; prima e terza domenica del mese dalle 14.30 – 19.00.

CUNEO – Parco Villa Tornaforte
Villa Tornaforte si trova in frazione Madonna dell’Olmo, a poca distanza dal centro di Cuneo. L’edificio è circondato da un casto parco all’inglese: una stupenda oasi ecologica di circa 5 ettari con alberi monumentali, essenze arboree, arbustive e floreali. Splendido il lago, che si estende per circa 6.000 mq, diviso da un antico ponte ad arco e popolato da rare specie di pesci. Il parco è stato oggetto di varie pubblicazioni per la sua bellezza e per la particolarità delle essenze legnose che vi sono all’interno.
INFO: Via Valle Po, 1 – Fraz. Madonna dell’Olmo. Tel. +39 338 5000 324; villa.tornaforte@gmial.com.
APERTUTA: dal 15 aprile al 30 settembre su prenotazione.

DEMONTE – Giardino di Palazzo Borelli
Palazzo Borelli è un complesso signorile di singolare interesse storico-artistico situato nel centro storico di Demonte, composto da un'ala seicentesca e da una parte adiacente settecentesca, architettonicamente autonoma. Il giardino è collegato agli edifici da una galleria ed è posto sulla collina retrostante, dove un tempo sorgeva un complesso fortificato, corrispondente all'originario castello signorile. L'area verde, oggi destinata a giardino pubblico, è stata recuperata da uno stato di totale abbandono nel corso del XIX secolo, strutturandola in terrazze dall'impianto planimetrico irregolare, collocate su quattro livelli differenti.
INFO: Piazza Statuto.
APERTURA: da maggio a settembre

LAGNASCO – Giardino delle Essenze
Gli storici giardini dei Castelli Tapparelli, a sud del maniero con accesso dall’interno del cortile, sono stati riqualificati nel Giardino delle Essenze. Con la collezione di varie piante aromatiche che comprendono gli aromi per la cucina, le essenze interessanti per la cosmesi o per la produzione di liquori, le piante officinali e le piante frutticole, il giardino presenta un forte legame con il territorio, anche in linea con quanto testimoniato dagli affreschi rinascimentali custoditi nella storica dimora. Il percorso sensoriale coinvolge il visitatore in una serie di esperimenti sensoriali e si compone di cinque tappe, ognuna delle quali permette lo svolgimento di un esperimento guidato basato su uno dei cinque sensi (olfatto, vista, udito, tatto, gusto) al fine di rendere il più possibile coinvolgenti, interattive ed immediate le informazioni fornite dai pannelli e dagli operatori dell’Associazione Naturalmente Interconnessi. 
INFO: Castelli Tapparelli d’Azeglio – via Castelli, 1. Tel. +39 349 3311 672 – giardino.lagnasco@gmail.comwww.giardinodelleessenze.it. Possibilità di visite in settimana per gruppi su prenotazione.
APERTURA: da aprile a ottobre e per le visite guidate l’ultima domenica di ogni mese.

OSTANA – Il Bosco Incantato
Il Bosco Incantato è un’esperienza di totale immersione nella natura. Un percorso naturalistico, didattico, filosofico pensato per ritrovare la pace interiore e l’armonia con l’universo. In questo luogo incontaminato si trovano 10 oasi: il giardino botanico, l’orto di permacultura, l’olmo antico, il teatro, il giardino Zen, la casa tra gli alberi, le acque della salute, il labirinto spirituale, il camminamento a piedi nudi, il ciclo dell’acqua. Il bosco si trova a Ostana, l’incantevole paese dell’alta Valle Po che ha deciso di puntare sul nuovo abitare la montagna: con un meraviglioso affaccio sul Monviso, i suoi paesaggi e una viva comunità alpina di cultura occitana, custodisce lo spirito autentico di una Valle ricca di storia.
INFO: Frazione Marchetti, 17. Tel. +39 338 3993 350; +39 338 3868 335: info@ilboscoincantatoostana.com - www.ilboscoincantatoostana.com
APERTURA: tutti i sabati e le domeniche dal 29 aprile al 28 ottobre. Ad agosto aperto tutti i giorni.

RACCONIGI – Parco del Castello di Racconigi
Il castello di Racconigi ed il suo parco sono la meta ideale per chi ha voglia di immergersi nelle suggestioni della natura e della storia. Riprendendo l’atmosfera spensierata delle villeggiature reali, si può trascorrere l’intera giornata all’aperto con i bambini, con la famiglia, con gli amici in un’atmosfera romantica e suggestiva. Nella quiete del parco si possono fare riposanti passeggiate in carrozza, gite in bici, e poi picnic all’ombra degli alberi secolari, una sosta relax nella caffetteria allestita nella Dacia russa, una camminata col proprio amico a quattro zampe (benvenuto, purché al guinzaglio) osservando le maestose cicogne e le altre specie protette che abitano il parco. Visitando il castello si vive l’emozione di una amatissima dimora di villeggiatura, una casa che affianca agli ambienti aulici quelli più intimi e privati, nei quali tutto sembra sospeso ad attendere il ritorno dei principi.
INFO: Castello di Racconigi - Piazza Carlo Alberto. Tel. +39 0172 84595; e-mail: racconigi.prenotazioni@beniculturali.it.
APERTURA: Da martedì alla domenica: 9.30 – 18.00; ultimo ingresso alle 17.30. Lunedì: chiuso.

SALUZZO – Giardino botanico di Villa Bricherasio
Il giradino botanico di Villa Bricherasio è il primo agriturismo culturale e didattico del nostro paese, in cui si accosta, alle intenzioni scientifiche, anche una ricerca sulla paesaggistica. Il parco è diviso in tre distinte zone fito-climatiche: quella della flora mediterranea, la zona temperata fredda e quella continentale. Il tutto si sviluppa su una superficie di 12.000 metri quadrati, in cui ogni angolo è diviso da quello vicino, creando un effetto suggestivo, soprattutto se si pensa che alcune delle piante che qui convivono, in natura si trovano a migliaia di chilometri di distanza tra di loro. Le specie di piante presenti nel giardino sono molte e diverse. Tra le piante arboree ed arbusti ci sono alcune varietà di notevole pregio, come gli Eucalipti provenienti dalla Tasmania e dalla Nuova Zelanda. Molto importante è il gruppo della Genera Manicata del Brasile, che con le sue foglie enormi arriva a consumare 800 litri di acqua al giorno. Il microclima della zona è particolarmente mite e si è rivelato adatto anche a specie che temono il gelo e che poco più in là sarebbero destinate a morire.
INFO: Via Bodoni, 88. Tel. +39 0175 41061 - + 39 340 8054 313; montevecchidomenico@gmail.com.
APERTURA: dal 25 aprile al 15 ottobre. Dal martedì al sabato: 9.30 - 12.30/14.30 – 19.00. Domenica: 9.30 – 18.30. Lunedì: chiuso.

VALDIERI – Giardino botanico Valderia
Il giardino botanico Valderia si trova a Terme di Valdieri, in alta Valle Gesso, proprio nel cuore delle Alpi Marittime. Valderia deve il suo nome alla Viola Valderia, un endemismo scoperto nel 1780 dal botanico Carlo Allioni sul greto del torrente Gesso, precisamente dove oggi sorge il giardino. Il luogo, per il suo clima fresco e ombroso e per la ricchezza di vegetazione spontanea, era stato attrezzato con sentieri e vialetti già nell'Ottocento: era il "Giardino degli Inglesi”, meta di rilassanti passeggiate per gli ospiti del vicino stabilimento termale.
Il giardino ospita al suo interno un facile sentiero naturalistico ad anello, percorribile in circa un'ora, con uno sviluppo di 950 metri e un dislivello di 60 metri. Lungo la piacevole passeggiata sono stati predisposti dei punti di sosta numerati.
INFO: Possibilità di visite guidate su richiesta. Cooperativa Montagne del Mare, tel. +39 0171 1740 052, prenotazioni@parcoalpimarittime.it; Parco Alpi Marittime, tel. +39 0171 976 800; Centro informazioni, tel. +39 0171 978 616; www.parcoalpimarittime.it.
APERTURA: da metà giugno a metà settembre.